Testimonianza di Laboratori dal Basso. La storia va in scena. Nuove frontiere tecnologiche di fruizione multimediale per gli archivi storici” – Seminario di Studi
  • Facebook: anaipuglia

Iscrizioni ANAI 2018

Avviata la campagna soci 2018, l'iniziativa volta a raccogliere adesioni per coinvolgere all'interno dell'associazione tutte le professionalità ed i sostenitori legati al mondo degli archivi.

Collabora con noi . . .

Raccogliamo indicazioni, suggerimenti, idee e proposte di collaborazione per dar vita ad iniziative e progetti tematici al fine di offrire a tutti gli interessati al mondo degli archivi attività di supporto e formative.

Stampa

Testimonianza di Laboratori dal Basso. La storia va in scena. Nuove frontiere tecnologiche di fruizione multimediale per gli archivi storici” – Seminario di Studi

Scritto da Anna Gernone on .

La nostra Associazione, in collaborazione con la Biblioteca nazionale di Bari “Sagarriga Visconti Volpi”, sta realizzando per la giornata del 27 novembre 2014, ore 9:30-12:30, 14:30-17:30, presso l’Auditorium della Biblioteca nazionale (Cittadella della Cultura, via Pietro Oreste, 45) una conferenza dal titolo “La Storia va in scena”. Nuove frontiere tecnologiche di fruizione multimediale per gli archivi storici.
L’iniziativa s’inserisce nel programma di “Testimonianze dei Laboratori dal Basso”, realizzata dall’A.R.T.I. (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) con il contributo della Regione Puglia e cofinanziata dalla UE attraverso il PO FSE 2007–2013", azione che aiuta i giovani ad incontrare i protagonisti dell’imprenditoria e dell’innovazione tecnologica.
In questo caso, l’ANAI ha invitato come testimone-relatrice, per parlare sul tema dell’innovazione tecnologica nei beni culturali, la prof.ssa Cristina Cenedella, direttore del Museo storico e responsabile degli Archivi storici del Museo Martinitt Stelline a Milano, principale curatrice dell’allestimento della nuova veste multimediale, inaugurata nel 2012.

L’Archivio e Museo Martinitt e Stelline di Milano costituisce l’unico esempio in Italia di museo di fonti archivistiche dedicato al Welfare e all’Assistenza, completamente interattivo, che “mette in scena” la storia dell’accoglienza cittadina milanese negli orfanotrofi dei Martinitt e delle Stelline, enti soppressi, di origini cinquecentesche, poi confluiti nel Pio Albergo Trivulzio, struttura per gli anziani aperta nel 1791.
L’Archivio e Museo Martinitt e Stelline di Milano è considerato, a ragione, un modello di nuova musealizzazione, poiché rende d’immediata fruibilità documenti archivistici, poco accessibili e attrattivi per un pubblico di non addetti al settore, senza rinunciare al rigore scientifico. Attraverso la tecnologia delle installazioni multimediali sono proposti inediti itinerari di didattica e turismo culturale ed emozionale. Si proiettano, si recitano, si musicano e si assemblano i documenti in vere e proprie scenografie con “racconti digitali”.
La “testimonianza” sarà realizzata sotto forma di seminario di studi e sarà introdotta dai saluti di indirizzo della dott.ssa Eugenia Vantaggiato, direttore della Biblioteca nazionale “Sagarriga Visconti Volpi” e dell’Archivio di Stato e di Bari, dal dott. Ermindo Lanfrancotti Presidente ANAI Sez. Puglia e dalla dott.ssa Maria Carolina Nardella, direttore regionale per i Beni Bulturali e Paesaggistici della Puglia e Soprintendente archivistico per la Puglia.
Prima del dibattito finale dei presenti concluderà il seminario l’architetto Francesco Longobardi, della Direzione regionale per i BB.CC.PP. della Puglia, con un intervento sull’allestimento multimediale del museo archeologico provinciale di Bari, ubicato nel complesso architettonico di S. Scolastica, ancora in fieri.
Ad introdurre e moderare gli interventi sarà la dott.ssa Anna Gernone, archivista e socia ANAI, referente del gruppo informale “Archivisti itineranti ANAI Puglia”, che ha proposto ed organizzato la Testimonianza.
Il seminario si pone l’obiettivo, oltre che di incoraggiare nuovi interventi professionali archivistici, di suggerire la creazione di nuove competenze e professioni in ambito grafico ed informatico, connesse alla divulgazione culturale e al turismo culturale esperienziale, attraverso l’uso delle nuove tecnologie.
Per questo si rivolge a tutti, ma soprattutto ad archivisti, docenti e funzionari del settore, grafici, informatici, studenti e cultori della materia, studiosi di storia, storici dell’arte ed archeologi, operatori, imprenditori e guide turistiche culturali. A quanti ne facciano richiesta verrà, pertanto, rilasciato un attestato di partecipazione a cura dell’ANAI Sezione Puglia.