Presentazione studio: “Le confraternite laicali dell’Arcidiocesi di Trani. Fonti archivistiche e note storiche”
  • Facebook: anaipuglia

Iscrizioni ANAI 2018

Avviata la campagna soci 2018, l'iniziativa volta a raccogliere adesioni per coinvolgere all'interno dell'associazione tutte le professionalità ed i sostenitori legati al mondo degli archivi.

Collabora con noi . . .

Raccogliamo indicazioni, suggerimenti, idee e proposte di collaborazione per dar vita ad iniziative e progetti tematici al fine di offrire a tutti gli interessati al mondo degli archivi attività di supporto e formative.

Stampa

Presentazione studio: “Le confraternite laicali dell’Arcidiocesi di Trani. Fonti archivistiche e note storiche”

Scritto da Anna Gernone on .

LOCANDINA Libro ConfraterniteSabato 25 ottobre 2014, presso il Museo Diocesano di Trani, in Piazza Duomo 8/9, alle ore 17.00, un altro importante tassello per la ricostruzione storica della “perla dell’Adriatico”, prosperosa ed antico capoluogo della Terra di Bari, si aggiunge con la presentazione del volume: Le confraternite laicali dell’Arcidiocesi di Trani. Fonti archivistiche e note storiche, Cargeghe, Documenta 2014.
A firmarlo è Daniela Di Pinto, direttrice delle Biblioteche e Archivi Diocesani dell’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie e Nazareth, vincitrice del premio nazionale Bibliographica 2013, bandito dalla Biblioteca di Sardegna, un concorso nazionale rivolto alla pubblicazione delle migliori tesi di laurea, specializzazione, dottorato e master di area archivistica, bibliografica e biblioteconomica di interesse nazionale o locale.
L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Trani, dell’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie e dell’ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana) Sezione Puglia.

 Programma

 Indirizzi di saluto:

  • S.E. Mons. Arcivescovo Giovan Battista Pichierri,
  • Sindaco di Trani: avv. Luigi Riserbato,
  • Direttore Ufficio Arte Sacra e BB.cc. Don Nicola Maria Napolitano,
  • Direttore Diocesano delle confraternite: rag. Caio Giacomo.

Interverranno:

  • dott.ssa Maria Carolina Nardella, Direttore Regionale per i Beni Paesaggistici della Puglia ad interim, Soprintendente Archivistico della Puglia;
  • prof.ssa Marina Raffaeli, Ordinario di Archivistica Università La Sapienza di Roma:
  • prof.ssa Liana Bertoldi Lenoci, Università degli studi di Bari e di Trieste Gorizia
  • dott.ssa Daniela Di Pinto, Direttore Biblioteche e Archivi Diocesani; dell’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie;
  • moderatore prof. Riccardo Losappio, Direttore Commissione Diocesana Cultura e Comunicazioni Sociali.

 

A conclusione dell'evento, si terrà, presso la Basilica Cattedrale, il taglio del nastro inaugurale della mostra dal titolo "La memoria del tempo: origini, storia, testimonianze delle Confraternite di Trani", allestita presso la cripta Santa Maria della Scala e visitabile fino al 9 novembre, dalle ore 9 alle 12 e dalle 16 alle 18.30.

 

L'inedito studio archivistico getta nuova Copertina Di Pintoluce sulla storia delle confraternite dell’Arcidiocesi di Trani, rislutato di un ambizioso progetto di ricerca storico-documentaria nato e maturato attraverso l’analisi, il censimento, il riordino e l’inventariazione di circa 1400 unità archivistiche: uno straordinario patrimonio documentario utile alla conoscenza di un capitolo fondamentale della storia ecclesiastica della città, nel contesto religioso e culturale regionale e nazionale.

«Questo progetto di ricerca storico-documentaria – spiega Daniela Di Pinto – nasce, inizialmente, dall’esigenza di un censimento del patrimonio documentario presente nei numerosi archivi ecclesiastici del territorio diocesano. In seguito, data la cospicua mole di documentazione rilevata, si è deciso di completare il progetto con il riordinamento e la successiva inventariazione informatizzata; infine, è stata effettuata la digitalizzazione di alcuni documenti. La finalità del progetto è stata innanzitutto quella di conoscere il patrimonio documentario delle confraternite, di studiarlo e creare, dove possibile, gli strumenti di corredo idonei per permettere agli studiosi interessati l’accesso più appropriato ai documenti».

 

Un lavoro che, osserva l'Arcivescovo Giovan Battista Pichierri, «rappresenterà uno strumento significativo nel tempo», e su cui, aggiunge il Soprintende Maria Carolina Nardella, «non si potrà prescindere per i futuri approfondimenti in materia di confraternite e non soltanto di quelle pugliesi».

 

«Un secolare percorso della storia delle diverse devozioni, testimoniate dalle confraternite laicali e dai loro preziosissimi statuti», spiega la studiosa Liana Bertoldi Lenoci, che «grazie alla ricerca della dottoressa Di Pinto e degli esperti del settore che l’hanno affiancata nel suo lavoro, arricchirà la cultura pugliese, in area archivistica prima e confraternale poi, e potrà essere di esempio per altre aree di ricerca, i cui tasselli, rappresentati dalle fonti documentarie, testimoniano la storia della civiltà della scrittura».

 

Il risultato è, per Maria Pia Pontrelli della Soprintendenza Archivistica, un «ponderoso lavoro» che ha «il merito di aver rintracciato la nascita, il radicamento ed eventualmente la scomparsa delle confraternite nella città di Trani nell’arco cronologico che abbraccia in particolare i secoli dal XVI al XIX». Insomma, conclude Marina Raffaeli dell'Università "La Sapienza" di Roma, «ci troviamo di fronte ad un lavoro curato con capacità e precisione, che offre un contributo prezioso alla conoscenza di un fenomeno di notevole rilevanza nella storia del nostro Paese, quello delle congregazioni con le loro molteplici implicazioni religiose, sociali ed economiche».