“La storia di Bitetto mostrata in digitale”, Bitetto 14 settembre 2014.
  • Facebook: anaipuglia

Iscrizioni ANAI 2018

Avviata la campagna soci 2018, l'iniziativa volta a raccogliere adesioni per coinvolgere all'interno dell'associazione tutte le professionalità ed i sostenitori legati al mondo degli archivi.

Collabora con noi . . .

Raccogliamo indicazioni, suggerimenti, idee e proposte di collaborazione per dar vita ad iniziative e progetti tematici al fine di offrire a tutti gli interessati al mondo degli archivi attività di supporto e formative.

Stampa

“La storia di Bitetto mostrata in digitale”, Bitetto 14 settembre 2014.

Scritto da Anna Gernone on .

locandina definit. bitettoNell’ambito del programma di iniziative della “Prima settimana della Cultura di Bitetto”, che si svolgerà tra il 9 ed il 14 settembre 2014, l’Amministrazione comunale, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con ANAI (Associazione Nazionale Archivistica Italiana) Sezione Puglia, la Soprintendenza Archivistica per la Puglia e Meridiana Beni culturali srl, domenica 14 settembre alle ore 19.30 in piazza del Popolo, ha organizzato un importante evento dal titolo: “La storia di Bitetto mostrata in digitale”.

Sarà questa l’occasione in cui il Sindaco, Stefano Occhiogrosso, al contempo Assessore alla Cultura, sarà lieto di presentare la sezione Documenti Digitali del sito istituzionale del Comune nella quale saranno pubblicate le immagini di alcuni documenti storici degli archivi presenti nella città di Bitetto.

In particolare, verrà mostrato il volume più antico delle Deliberazioni decurionali dell’Universitas.

L’iniziativa ha lo scopo di diffondere le buone pratiche di promozione del territorio attraverso una dimostrazione tangibile di feconda collaborazione tra istituzioni pubbliche e private, laiche ed ecclesiastiche che sta consentendo, come in questo caso, di valorizzare il ricco patrimonio culturale, storico-documentario, memoria scritta delle città.

I beni culturali documentari, in genere non sono di facile accesso, consultazione ed interpretazione, mentre l’utilizzo di soluzioni tecnologiche di fruizione digitale favorisce un approccio più semplice anche ai non specialisti della materia archivistica, a studiosi e cultori, diffondendo la passione per la ricerca storica.

Siete tutti invitati!